Smart working: come lavorare in sicurezza e prevenire gli infortuni

La tecnologia apre nuovi interessanti scenari che possono rivoluzionare l'organizzazione delle aziende. Al giorno d'oggi i dipendenti possono accedere alla propria rete aziendale da qualsiasi luogo attraverso i propri computer e lavorare sui file archiviati nei database cloud. Le riunioni vengono progressivamente sostituite da teleconferenze o videochiamate, per risparmiare tempo e denaro, e l'attenzione si sposta dall'orario di lavoro ai risultati. Per adattarsi a questa nuova realtà, il 14 giugno 2017, il legislatore italiano ha finalmente regolamentato lo smart working in Italia.

Lavorare in smart working infatti non è una novità per alcune aziende italiane, solitamente multinazionali moderne come Microsoft, Vodafone ed Enel, lo avevano già introdotto attraverso accordi di contrattazione collettiva aziendale siglati con i sindacati.

Queste sperimentazioni hanno dato solitamente risultati molto positivi in ​​termini di soddisfazione sia delle aziende che dei dipendenti. Si è registrata una maggiore produttività ma, d'altra parte, la mancanza di un quadro giuridico ha impedito uno sviluppo significativo del lavoro agile in tutto il Paese.

Smart working, come funziona

Attraverso lo smart working viene data la possibilità ai dipendenti di lavorare in parte in azienda e in parte lavoro da casa, senza orari o luoghi di lavoro prestabiliti, purché siano rispettate le limitazioni all'orario di lavoro giornaliero e settimanale. Su quali lavori si possono fare da casa è tutto subordinato dal compito e dalla strumentazione che l'azienda può mettere a disposizione del dipendente. 

Smart working: sicurezza e infortuni

Per quanto riguarda la salute e la sicurezza sul lavoro, i datori di lavoro hanno già l'obbligo generale di informare i dipendenti di tutti i rischi associati al lavoro che svolgono. Con riferimento in particolare allo smart working, la nuova normativa prevede che i smart worker siano assicurati contro gli infortuni e le malattie derivanti dal fatto che l'attività sia svolta al di fuori dei locali aziendali. 

Le aziende devono inoltre concedere ai dipendenti una copertura assicurativa contro gli infortuni occorsi in entrata o in rientro dal lavoro, a condizione che la scelta del luogo di lavoro da parte del dipendente sia ragionevole. Il lavoro telematico da casa non solleva il datore di lavoro e i dipendenti dal prendere le dovute precauzioni.

La legge infatti chiarisce anche che i dipendenti, da parte loro, devono collaborare nell'attuazione delle misure di salute e sicurezza messe in atto dai datori di lavoro per limitare i rischi che possono sorgere al di fuori dei locali aziendali.

Smart working: le disposizioni

Non è chiaro come i datori di lavoro possano prevedere e prevenire tutti i rischi che i dipendenti potrebbero incontrare quando lavorano in smart working.

Si tratta di una questione particolarmente delicata, considerato che i datori di lavoro sono responsabili dei danni subiti dai dipendenti in conseguenza della violazione dei propri obblighi di salute e sicurezza. Ciò riguarda anche il lavoro da casa manuale. 

Un altro problema che deve essere risolto è come rispettare l'obbligo di garantire che i dipendenti si disconnettano dagli strumenti elettronici. È probabile che i lavoratori intelligenti in smart working avranno un telefono e un computer aziendale attraverso i quali potranno lavorare, in qualsiasi momento, se lo desiderano, indipendentemente dalle istruzioni ricevute dall'azienda. Come evitare che ciò accada?

La risposta a molte delle questioni di cui sopra risiede probabilmente nelle politiche che devono essere messe in atto dai datori di lavoro durante lo smart working. Una politica forte può essere il mezzo per dimostrare che i datori di lavoro hanno fatto tutto ciò che era in loro potere per conformarsi alla legge e che, quindi, le conseguenze di qualsiasi violazione delle politiche ricadono sui dipendenti.

Tenendo presenti le complicazioni di cui sopra, lo smart working dovrebbe comunque essere visto come un'opportunità per aumentare le prestazioni delle aziende supportando l'equilibrio tra vita privata e lavoro dei dipendenti.

Articoli Correlati

CONTATTACI

Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio
Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio
Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio
Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio